Fotovolontario - Paolo

paolo

Pensavamo di aver sentito di tutto: fratello, fratello maggiore, sorella, perfino fratello gemello, mamma. Un’ampia e assortita gamma di rapporti di parentela, per descrivere il carattere e le sfumature dei rapporti che nascono e maturano tra noi. Pensavamo di aver sentito di tutto, e ci siamo ricreduti: perché ora in Officina abbiamo anche un nonno.

Nonno Paolo, per la precisione. Non suona neanche male l’appellativo, e ben si adatta alla candida chioma che da lungo tempo adorna l’interessato. Ma non è sulla scorta della canizie che Aurora ha tirato fuori questo accostamento che sarebbe stato, così, un po’ scontato e banale. A domanda, lei risponde: (che ridi?) è più grande di me e gli porto rispetto

Benvenuti a Div.ergo, uno degli ultimi baluardi del rapporto sano tra generazioni.

Se vi siete fatti l’idea di un vegliardo austero e benedicente, però, cancellatela subito. Pierluigi ha un’opinione ben diversa sul nostro, e sfiora la messa in scena per spiegarsi: fai finta che io sono lui. Se questa cosa ce l’ho qua, lui prende e la mette lì. Insomma, Paolo è dispettoso. Federica ribadisce: mi toglie le cose di mano, e mi alza gli occhiali. È antipatico, allora? Macché. Lo fa in modo scherzoso, spiega ancora Pierluigi, vuole attirare l’attenzione nostra un po’ su di lui, e un po’ per farci lavorare a sbalzi. Insomma, piccoli diversivi per alleggerire la tensione del lavoro e guardarsi un attimo in faccia, prima di riprendere. Ci dà corda. Oltre che corda di scherzo, anche di affetto.

Se ora state pensando a un clown che sfarfalla inconcludente per l’Officina, siete di nuovo fuori strada. Ve lo spiega ancora Aurora, che è una delle sue collaboratrici e discepole più assidue: è un buon maestro di k’luck (i nostri portachiavi, loro sì sono dei clown). Mi fa fare quello che c’è. Qualsiasi cosa. Riesce a farmi fare qualcosa. E mi tira su il morale.

Ma soprattutto, è (da leggere d’un fiato, perché d’un fiato è stato detto)

aperto,

cuore grande,

è sincero,

sa quello che ha da dire,

non ha paura dei suoi sentimenti,

è una persona molto importante,

e generosa.

Nonno Paolo.

Laboratorio - Lecce

Corso Vittorio Emanuele II, 36-38
338 349 4274
info@divergo.org
Cookie Policy

Bottega - Santeramo

via F. Netti, 31
324 882 6733
div.ergo-santeramo@animare.it

Officina - Lecce

via Leonardo Prato, 18
info@divergo.org

Questo sito utilizza cookie atti a migliorare la navigazione degli utenti.
Chiudendo questo banner tramite il pulsante "ACCETTA" e proseguendo la navigazione sul sito se ne autorizza l'uso in conformità alla nostra Cookie Policy