Verso un altrove

Verso un altrove

artistiAl mito di Ulisse che ritorna ad Itaca vorremmo contrapporre la storia di Abramo che lascia per sempre la sua patria per una terra ancora sconosciuta”, scriveva Lévinas nella sua opera La traccia dell’Altro.

Queste parole mi offrono una chiave per penetrare più profondamente la storia del Laboratorio Div.ergo, ma non solo: la storia del nostro essere quotidianamente con gli artisti, gli h.ortolani, i corsisti di Essenze, gli amici di Ashré, i volontari delle case di riposo. Se il fascino dell’eroe inquieto, per me, non subisce diminuzioni quando lo guardo dalla prospettiva di chi, nonostante tutte le traversie e i rischi che corre, ha una meta chiara e sa dove tornare, non posso negare che la contrapposizione con Abramo mi intriga moltissimo. Anzi, forse mi aiuta di più a leggere e rileggere i nostri vissuti, che, sia pur per cenni, provo a condividere con voi.

Lévinas, detto in soldoni, sostiene che Ulisse, partendo da Itaca, aveva il biglietto di andata e ritorno; Abramo, invece, partendo da casa di suo padre, aveva quello di sola andata: non sapeva dove andava, lasciava il certo per l’incerto, non aveva più una casa, una tenda dove tornare, dinanzi lui c’era solo un altrove che lo poneva in perenne uscita.

Anche la partenza di Div.ergo, del Laboratorio Div.ergo – già, perché all’inizio, Div.ergo era solo un laboratorio, non una fondazione, e chissà che cosa sarà domani… – è stata una partenza con il biglietto di sola andata, senza un approdo certo, con la consapevolezza che tornare indietro avrebbe segnato la fine di un’esperienza.

All’inizio sognavamo un tempo quotidiano ricco e colmo di valore per i nostri amici artisti, pensavamo ad un’esperienza vissuta secondo lo stile lavorativo perché il loro essere adulti profumasse dello stesso profumo di ogni uomo che matura nella responsabilità e nella capacità di costruire il mondo che abita.

Proprio aver messo i piedi a quel sogno, senza staccargli le ali, ci ha condotto in un altrove che era inimmaginabile ed ora è realtà. Nel Laboratorio, oggi, si inizia a sfiorare il senso profondo di una economia di comunità, dove il lavoro artigianale – lavoro con contratto part-time per 7 persone, di cui 3 sono artisti – si affianca e si intreccia non solo con il volontariato di circa 25 uomini e donne e di altri 12 artisti che, giorno per giorno, mettono in moto i loro interessi, ma anche con la passione per l’Arte, l’Arte in senso stretto e quella che rende bello tutto ciò che abbraccia.

A costruire il Laboratorio, insieme ai doni di cui ognuno è dotato, insieme alla personale capacità di relazione con gli altri, c’è anche la rete viva e attiva di tutti gli stakeholder con cui entriamo in contatto. Ed è un fatto tangibile che le scelte che facciamo insieme hanno un impatto sociale significativo, poiché suscitano coesione, in quanto i bisogni di tutti sono ascoltati e accolti, alimentano rapporti di reciprocità, generano prossimità e sono sostenuti da continui salti di gratuità che modificano radicalmente – in chi ha a che fare con noi – la prospettiva sul diverso.

Non si fatica molto a scoprire che il Laboratorio è una ricchezza della nostra Città, una ricchezza che, con Giovanna Melandri, posso definire ricchezza civile, perché fatta di consapevolezza crescente, di conoscenza sempre più approfondita della realtà dell’altro, di ricchezza spirituale e occupazionale.

E tutto questo non fa che condurci in un altrove, ancora invisibile ai nostri occhi, appena sfiorato con i desideri che nascono dalla speranza in una nuova alba per il mondo, un mondo in cui l’umano che è comune a tutti possa splendere come miriadi di stelle nella notte.

Maria Teresa Pati

Laboratorio - Lecce

Corso Vittorio Emanuele II, 36-38
338 349 4274
info@divergo.org
Cookie Policy

Bottega - Santeramo

via F. Netti, 31
324 882 6733
div.ergo-santeramo@animare.it

Officina - Lecce

via Leonardo Prato, 18
info@divergo.org

Questo sito utilizza cookie atti a migliorare la navigazione degli utenti.
Chiudendo questo banner tramite il pulsante "ACCETTA" e proseguendo la navigazione sul sito se ne autorizza l'uso in conformità alla nostra Cookie Policy